Un solo numero per indirizzarvi allo Specialista più adatto. Sempre reperibile: 346 5156579

Via Roma 62, Crevalcore (BO) Vedi Mappa

Mag 30

UNA Coppia, DUE monologhi.. Chi si riconosce?

UNA Coppia, DUE monologhi.. Chi si riconosce?

Crisi di coppia?

Lei e Lui sposati da 15 anni, insieme da 20, 2 Figli, tanto lavoro, pochi amici

Lei: Sono ancora una giovane donna, carina, intraprendente con la voglia di provare cose nuove e condividere insieme esperienze nuove, Lui invece è già vecchio dentro, poca voglia di sperimentare, disattento, concentrato su se stesso.
Lui: Mi sento un uomo affascinante e sicuro di me, ho dedicato tanti anni alla famiglia e ora vorrei dedicare più tempo a me stesso, ai miei vecchi interessi, Lei invece è troppo concentrata sulla famiglia, non riesce a vedersi come una donna ma solo come una mamma. Mi piacerebbe che avesse degli interessi solo suoi.
Lei: mi sento trascurata, vorrei le sue attenzioni ma certo non le vado a chiedere in modo esplicito. Vorrei che lo capisse da solo che quello che mi dà ora non mi basta… Poi… ho un nuovo collega sempre molto gentile, ci prendiamo un caffè insieme la mattina e in 5 minuti riesco a raccontargli tanto di me… è un bel momento della mia giornata.. .. Il sesso è per me fondamentale ma certo non è più intenso come una volta…per Lui non è più importante forse.
Lui: Con Lei non si può parlare di nulla, ha sempre una critica per quello che faccio o non faccio, ci piacciono cose diverse, le voglio molto bene ma un po’ mi soffoca. Credo che a Lei vada bene così, un rapporto diventato un po’ insipido, forse Lei pensa che tutte le coppie della nostra età siano così, sarà la famosa trasformazione dell’amore.. Il sesso è per me fondamentale ma certo non è più intenso come una volta…per Lei non è più importante forse.
A volte credo di piacere un po’ alla cameriera del bar in cui vado ogni giorno in pausa pranzo… mi guarda con aria interessata.. vede l’uomo passionale che c’è in me? Non so ma mi intriga…

Terapia di coppia, come può aiutare?

A volte nella coppia non è l’amore che manca, non è il rispetto, non è la stima, non è la passione ma è la COMUNICAZIONE. Perderla significa ipotizzare quello che pensa l’altro senza saperlo, significa precludersi la possibilità di fare qualche cambiamento di coppia, di vita, significa accontentarsi di quello che si ha dentro la coppia per cercare fuori ciò che si crede manchi ma in realtà è lì, nascosto dietro le abitudini, la mancanza di ascolto, i ruoli consolidati.
Parlare e ascoltare. Si possono imparare, non è mai troppo tardi per ritrovare la complicità!